Archivio del tag lievito per dolci

Ciambelle biscottate di S. Biagio con la farina di Solina

La ricetta di queste ciambelline è sempre la stessa: tittina.capestranodascoprire.it/ciambelle-di-san-biagio/

Che faccio da sempre, solo questa volta ho cambiato farina, ho usato una farina semi integrale di Solina della mia zona. Devo dire che avevo un po di timore per la riuscita della ricetta, invece sono piaciute molto.

  • 6 uova
  • 600 gr di zucchero ( io ne ho messo solo 400 gr)
  • 2 bicchieri di olio ( olio di semi di girasole)
  • 1 bicchiere di latte
  • 2 bustine di lievito per dolci
  • 30 gr di ammonio bicarbonato
  • 2 limoni grattugiati
  • 1 bicchiere di liquore all’anice
  • 1 cucchiaino di essenza di vanillina
  • farina di solina 1  un kg e 200 gr

» Leggi tutto…

Mignozzi

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 3/4 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di olio di semi di mais
  • 3 cucchiai di liquore all’anice
  • 1 limone grattugiato 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • vanillina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale fino
  • farina 0 q. b.
  • olio di semi di arachide per friggere
  • zucchero per spolverizzare sopra

In una ciotola riunire tutti gli ingredienti, sbattere con una forchetta e con un cucchiaio cominciare ad aggiungere la farina fino a che non è morbido ma non appiccicoso. Versare tutto sulla spianatoia e impastare fino a che non risulta omogeneo. Far riposare una decina di minuti. Tagliare un pezzo dall’impasto e ricavarne dei cilindri del diametro di due dita e tagliarli a  tanti tocchetti di 3 cm di lunghezza. Quando sono tutti tagliati, mettere un tegame con l’olio di  arachide a scaldare e quando ha raggiunto la giusta temperatura, si inizia a friggere. Io per capire se la temperatura è giusta metto un pezzettino di impasto nell’olio e se fa le bollicine tutto attorno è pronto. 170-175° gradi, ovvero, non troppo alta e violenta che brucia (lasciando, l’interno crudo), ma sicuramente non troppo bassa, caso in cui il vostro fritto diventerebbe (irrimediabilmente) zuppo d’olio, molliccio, pesante, immangiabile. Si passano man mano che si scolano nella carta assorbente e poi nello zucchero.