Pizzelle farcite e arrotolate

18122010983

Oggi voglio pubblicare un’altra ricetta della tradizione abruzzese, le pizzelle o ferratelle morbide, che a differenza di quelle croccanti si possono farcire e arrotolare come un cannolo. Ho provato a mettere anche un po di lievito per dolci nell’impasto ma sia il sapore che la consistenza non cambia, quindi evito di metterlo.

Per prima cosa mettere al minimo il fornello del gas e appoggiare sopra il ferro per le pizzelle a scaldare.  Quando la piastra è calda metto un po’ di olio in un pezzetto di carta cucina e la strofino leggermente all’interno del ferro, senza far andare troppo olio nelle fessure altrimenti la pizzella frigge.

Ingredienti:

  • 6 uova
  • 12 cucchiai di zucchero, io preferisco metterne solo 1 cucchiaio per uovo, ma se si vogliono piu’ dolci si puo aumentare
  • 12 cucchiai di olio di semi di girasole, si puo anche mettere olio di oliva ma preferisco un sapore piu’ neutro
  • la buccia di un limone grattugiato
  • 1/2 bicchierino di  liquore all’anice
  • Farina 00 qb: l’impasto deve essere morbido come la pastella per torte, quindi mettere la quantita’ di farina che prende
  • se si vuole usare il lievito per dolci ne basta un mezzo cucchiaino
  • per farcire va bene la nutella classica o fatta in casa, o la marmellata di vostro gusto.

Sbattere molto bene le uova e zucchero, aggiungere l’olio, gli aromi ed infine la farina, stando attenti a sciogliere tutti i grumi.

Quando il ferro è ben caldo da tutte e due i lati e oliato si mette, con un cucchiaio piu’ o meno pieno, un po’ di impasto al  centro del ferro e si chiude, si attende un minuto e si gira dall’altro lato, si controlla che si  sia dorata e si toglie la pizzella. Quando è cotta si toglie facilmente con una punta di coltello. Io le farcisco subito, le arrotolo e le metto in un vassoio e le copro con un contenitore così rimangono arrotolate e morbide.

Si possono fare anche colorate infatti nella foto ce ne sono la meta colorate di rosa. Si divide l’impasto ad una parte ci  si aggiunge il colorante alimentare del colore che piu’ piace!


Antico sapore fiammingo delle nostre amate pizzelle abruzzesi

In un particolare del quadro di Bruegel, vicino a Carnevale grasso e grosso a cavalcioni di una botte, una vecchina prepara le pizzelle con il tradizionale ferro che usiamo ancora oggi in Abruzzo.
bruegel_particolare

Pieter Bruegel: Combattimento fra Carnevale e Quaresima – 1559
Vienna, Kunsthistorisches Museum – cm 164,5×118

bruegel  2

 Informazioni prese dal Web www.casoli.org

6 commenti

  1. Nadia Nadia ha detto:

    Quelle rosa sono proprio “chic”!! Comunque io ho sempre pensato che i wafel tedeschi fossero parenti lontani delle nostre pizzelle.. poi, ovvio, quelle abruzzesi sono un’altra cosa 😛

    • Tittina ha detto:

      Come in Belgio le gaufre,negli Usa i waffle,in abruzzo abbiamo le pizzelle, dolci dall’aspetto molto simili anche se cambia la ricetta!! grazie Nadia a presto =D

  2. Mary Vischetti ha detto:

    Sono fantastiche Tittina, le adoro!! Le nostre ricette abruzzesi sono una vera delizia e tu sei sempre tanto brava a proporcele con passione!! Quanto sono belle queste pizzelle…quelle colorate sono adorabili!! Bravissima come sempre cara…baci e a presto, Mary

  3. Elisabetta ha detto:

    sono graziosissime e sicuramente gustose,Tittina!!!grazie,per la condivisione delle vostre ricette regionali :)) un bacio e buon pomeriggio,carissima ^__^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *