Pizza dolce all’anice, dolce tradizionale pasquale

dscn3377 (1)

La pizza dolce all’anice: è un dolce che per me rappresenta la Pasqua dei miei anni adolescenziali quando il lunedì di Pasqua si andava a fare la scampagnata a Capo Pescara e nel cestino da pic-nic, oltre a tante cose buone, c’era anche la pizza all’anice. Ho nei miei ricordi il profumo che emanava questa pizza mentre cuoceva nel forno del paese. E’ da un po’ di anni che uso il lievito madre per le  mie preparazioni nei  lievitati e quindi anche in  questo dolce l’ho usato, e metto solo farina 00. La preparazione è davvero laboriosa e non sempre si hanno dei risultati bellissimi ma io la preferisco al lievito di birra per il sapore ed il profumo, anche perché si mantiene intatta per vari giorni.

Come ho detto per fare un buon impasto ci vuole  un lievito madre molto attivo e non bisogna aver fretta perché ha bisogno di molte ore di riposo, sia nella prima che nella seconda lievitazione.

Ingredienti:

  • 3/4 uova a seconda delle grandezza delle uova (io ho messo 4 uova piccole)
  • 100 ml. di latte
  • 100 ml. di olio di oliva
  • 150 gr. di zucchero semolato
  • 300 gr di lievito madre rinfrescato 2 volte e molto attivo
  • 1/2 bicchiere di liquore Sambuca
  • la scorsa di 1 limone bio grattugiato
  • la scorsa di un arancia bio grattugiata
  • un bel cucchiaio di semi di anice
  • vanillina
  • un cucchiaio di cannella
  • 600/650 gr. di farina 00
  • codette colorata per decorare

Il giorno prima della preparazione fare 2/3 rinfreschi ravvicinati al lievito.
In una terrina capiente sciogliere il lievito a pezzettini con il latte, aggiungere le uova sbattute con lo zucchero, unire l’olio, tutti gli aromi e poi man mano la farina: io ho scritto 600/650 gr. quanto basta per avere un impasto morbido e lavorabile. Io impasto a mano, ma quando ho incorporato tutta la farina divido l’impasto in due e faccio incordare nel Bimby 2 minuti a spiga per ogni pezzo d’impasto. Mettere gli impasti in una capiente ciotola coperta con pellicola e lasciare lievitare tutta la notte nel forno spento. Al mattino, dopo 10 ore di riposo, rilavorare i due impasti in una forma rotonda e mettere in 2 teglie del diametro di 22 cm. e lasciare di nuovo a riposo fino a quando non hanno raggiunto il bordo della teglia. Prima di infornare sbattere un tuorlo, con un pennello delicatamente distribuirlo sulla superficie e per finire mettere i confettini colorati.
La temperatura del forno è di 180° per 30 minuti fare la prova con uno stecchino, se esce asciutto è cotto.

Un commento

  1. Ross ha detto:

    Bravissima Tittina! È una meraviglia, sofficioso e profumoso di anice! La preparerò sicuramente. 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *