Il progetto

Conservare sapori, odori e tradizioni culinarie del passato è una sfida affascinante e preziosa. Secoli di esperienza nella coltivazione della terra, nell’allevamento, nella lavorazione dei prodotti tipici vanno preservati e tutelati: in questo splendido borgo di Capestrano esiste un patrimonio alimentare e gastronomico incredibile, da riscoprire, conservare e condividere.

Capestrano da scoprire presenta il progetto “Tittina, in cucina con me” che ha proprio questa finalità in chiave moderna. Dalle mani sapienti di cuoca Tittina rivivono deliziose specialità della tradizione, talvolta contaminate dallo spirito creativo della sua originalità.

Per dirlo con le parole di Marcel Proust: “appena la sorsata mescolata alle briciole del pasticcino toccò il mio palato, trasalii, attento al fenomeno straordinario che si svolgeva in me. Un delizioso piacere m’aveva invaso, isolato, senza nozione di causa. E subito, m’aveva reso indifferenti le vicissitudini, inoffensivi i rovesci, illusoria la brevità della vita…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale […] all’improvviso il ricordo è davanti a me. Il gusto era quello del pezzetto di maddalena che a Combray, la domenica mattina, quando andavo a darle il buongiorno in camera sua, zia Leonia mi offriva dopo averlo inzuppato nel suo infuso di tè o di tiglio….

Tittina, popolese di nascita e capestranese di adozione, è una donna di poche parole e tante virtù che, dalla quiete del suo borgo, unisce la tradizione della sua cucina alla modernità del mondo dei blog.

Consultare le sue ricette è senza dubbio un’occasione ghiotta per assaporare un’anticipazione di quei sapori legati indissolubilmente al suo territorio: entrare “virtualmente” nella sua cucina con il forno a legna  e la finestra sulla vallata del Tirino è un privilegio che Tittina ci concede con ospitalità ed accoglienza.

Auguriamo ad ognuno di ritrovare la propria “maddalena” inzuppata nell’infuso di tè del tempo perduto.
Buona navigazione.

Contatta Cuoca Tittina


www.capestranodascoprire.it