Dolci tradizionali di Natale abruzzesi

foto macchinetta fotografica 1774

Coperchiole farcite con la marmellata d’uva con la Nutella

Ingredienti per le ferratelle croccanti:

  • 1 uovo
  • 2 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiaio di olio di semi di girasole
  • farina qb circa 100 gr
  • buccia di limone grattugiata

Sbattere  bene le uova con lo zucchero, unire l’olio, e poi aggiungere la farina, deve venire un impasto sostenuto, aggiungere un cucchiaio di buccia di limone. Far scaldare il ferro unto di olio da tutte e due i lati e iniziare a cuocere le pizzelle. Per fare questo tipo di pizzelle ci vuole un ferro  con le fissure interne sottile perche’ devono essere sottili e croccanti. Un tempo il ferro per fare questi tipi di dolci veniva regalato alle  uture spose con inciso da un lato lo stemma e all’altro lato la data. Una cosa curiosa è la cottura, vuole la tradizione che il tempo di cottura di un lato è il tempo di recitare un’Ave Maria e dall’altro lato un Paternostro. Provare per credere!!!

Per farcirle: la marmellata d’uva viene condita con cioccolato grattugiato, buccia di arancia,mandorle tostate e sminuzzate. Per i piu’ golosi solo crema alla nocciola.


foto macchinetta fotografica 1769

Calcionetti di ceci cotti al forno

Ingredienti per la pasta:in una ciotola versare un bicchiere di olio di oliva, un bicchiere di vino bianco,una bustina di vanillina e  gradatamente la  farina fino a che non si ottiene un impasto molto elastico.Chiuderlo in una pellicola per alimenti e far riposare in frigo anche per 8 ore.

Per la farcia ci vogliono ceci lessati, scolati e frullati, mandorle macinate non molto sottili, mosto cotto,cioccolato fondente fuso,cacao amaro, miele, cannella, buccia di limone e arancia grattugiati, 1 bicchierino di liquore al limone. Non metto le dosi io vado ad occhio e poi assaggio. Mescolare tutto molto bene e lasciare riposare anche tutta la notte.P rendere la macchinetta per la pasta e passare un pezzetto di pasta alla volta fino ad ottenere una sfoglia sottile da cui si ritagliano dei cerchi. In ogni cerchio si mette un po’ di farcia e si chiudono bene con i rebbi della forchetta. Io quest’anno li ho cotti al forno a 180 gradi per una mezz’oretta, quando solo dorati sono pronti. Si possono anche friggere con olio di arachidi.


foto macchinetta fotografica 1771

Fritti di Natale con le patate

Questa ricetta l’ho presa dal blog di Fedora D’orazio anche se  l’ho un po modificata.

Ingredienti:

  • 1/2 kg di farina tipo 0
  • 70 gr di zucchero semolato
  • 60 ml di olio di semi di girasole
  • 2 patate bollite e schiacciate
  • 2 uova
  • 1 bicchiere di limoncello (circa 60 gr)
  • 1 bicchiere di latte (circa 60 gr)
  • buccia di arancia e limone grattugiata( possibilmente biologica)
  • 6 gr di lievito di birra
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero semolato e cannella  per la copertura delle ciambelle

Lessare e schiacciare le patate, sciogliere il lievito nel latte. In una ciotola capiente mettere le patate, il lievito, unire  le uova sbattute con lo zucchero, il liquore l’aroma di arancia e limone e la farina aggiungendo un po alla volta l’olio.Ho fatto incordare l’impasto nel bimby per 1minuto a velocità spiga. Io come ha fatto Fedora ho messo l’impasto tutta la notte a lievitare in frigo,la mattina ho fatto acclimatare per un’oretta, poi ho steso e formato le ciambelle e le  ho coperte per farle lievitare una seconda volta. Al raddoppio delle ciambelle le ho fritte un po alla volta messe a scolare su carta assorbente e passate nello zucchero e cannella.

2 commenti

  1. Eisabetta ha detto:

    particolarissimi i vostri dolci,Tittina!!gli scarponi abruzzesi, che preparai l’anno scorso,furono un successo :)) scusa, se non ce l’ho fatta a passare per gli auguri di Natale..ti auguro una felicissima fine d’anno ed un sereno e gioioso inizio di quello nuovo!!un bacione,carissima :-*

  2. Sirya ha detto:

    Che bello è rivivere le festività natalizie attraverso i sapori dei dolci della tradizione abruzzese.. Complimenti davvero!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *