Archivio di Cucina

Biscotti ritagliati semi integrali con cioccolato fondente e bacche di goji

Cantucci semi integrali con gocce di cioccolata fondente e bacche di goji. Ingredienti
250gr di farina, meta’ integrale e meta farina tipo 1,
2 uova,
150 gr di zucchero di canna integrale,
100gr di gocce di gioccolata fondente,
100 gr di bacche di goji,(fatte reidratare in un po di latte per 10 minuti)
1/2 bustina di lievito x dolci ma va bene anche l’ammoniaca x dolci 10 gr.
1 limone grattugiato e 1 arancia grattugiata,un pizzico di sale.
In una ciotola sbattere con una forchetta le uova con lo zucchero, aggiungere la scorsa degli agrumi e poi la farina con il lievito( se si usa l’ammoniaca farla sciogliere un 2 dita di latte tiepido)La farina con il lievito va aggiunto un po alla volta lavorare ora con le mani fino a che non si è incorporata tutta la farina,trasferire l’impasto sulla spianatoia e allargare per aggiungere le bacche di goji scolate dal latte,e strizzate e il cioccolato fondente. Lavorare un po finche’ non si amalgami il tutto al composto.Formare 2 panetti alti 2 ,3 cm e larghi 3,4 cm posizionare su una teglia da forno e cuocerli a 180° per 20 minuti.

Scarponi

Gli scarponi sono dei dolci tipici dell’Abruzzo che si facevano a Natale ai matrimoni, cresima e a pasqua.Questa è la mia ricetta che faccio da sempre.

  • 3 uova
  • 1/2 litro di mosto cotto
  • 1 bicchiere di olio di oliva leggero oppure quello di semi di girasole(io uso questo)
  • 350 gr di zucchero
  • 200 gr di noci pulite e spezzettate
  • 1 scatola di cacao amaro da 75 gr
  • 100 gr di cioccolata fondente grattugiata
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 5 gr di ammoniaca per dolci
  • farina 0 q b per aver un impasto morbido ma sostenuto (io ne ho utilizzato quasi 1 kg)
» Leggi tutto…

Pizza di Pasqua al formaggio con lievito madre

Questa è la pizza al formaggio che si usa mangiare la mattina di Pasqua a colazione. Di ricette ne ho provate tante, ma da un po di anni ripropongo sempre questa di Sandra Merizzi del blog

Le padelle fan fracasso

rimane molto morbida e umida anche per un po di giorni. Si inizia con il rinfresco del lievito madre la sera prima » Leggi tutto…

Zeppole di patate

Ingredienti

  • 250g di farina Manitoba
  • 400g circa di farina 00 ( io farina 0)
  • 250g di latte
  • 60g di lievito di birra (+2 cucchiai di zucchero)io ho usato lo zucchero di canna e
  •  io ho messo la meta’ di lievito 30 gr e ho fatto lievitare piu’ tempo
  • 2 uova
  • 2 patate (delle stesse dimensioni circa delle uova)
  • 2 cucchiai di olio di girasole
  • buccia grattugiata di un limone e di un arancio
  • un bicchierino di Liquore Strega
  • 1 bustina di vanillina
  • un pizzico di sale
  • zucchero semolato per decorare
  • olio di arachidi per friggere

» Leggi tutto…

Ciambelle biscottate di S. Biagio con la farina di Solina

La ricetta di queste ciambelline è sempre la stessa: tittina.capestranodascoprire.it/ciambelle-di-san-biagio/

Che faccio da sempre, solo questa volta ho cambiato farina, ho usato una farina semi integrale di Solina della mia zona. Devo dire che avevo un po di timore per la riuscita della ricetta, invece sono piaciute molto.

  • 6 uova
  • 600 gr di zucchero ( io ne ho messo solo 400 gr)
  • 2 bicchieri di olio ( olio di semi di girasole)
  • 1 bicchiere di latte
  • 2 bustine di lievito per dolci
  • 30 gr di ammonio bicarbonato
  • 2 limoni grattugiati
  • 1 bicchiere di liquore all’anice
  • 1 cucchiaino di essenza di vanillina
  • farina di solina 1  un kg e 200 gr

» Leggi tutto…

Olive verdi in salamoia

Per preparare questa ricetta occorre per prima cosa deamarizzare le olive perché vengono raccolte prima della maturazione e quindi hanno un sapore amaro non commestibile.

Si calcola per ogni kg di olive:

  • un litro di acqua;
  • 20 gr di soda caustica;
  • 20 gr di sale.

In un contenitore di plastica, capace di contenere tutte le olive, versare la soda e il sale facendo sciogliere tutto molto bene, unire le olive pulite e lavate e mescolare. Coprire con dei strofinacci e aiutatevi con una tavola a tenere le olive sommerse nel liquido altrimenti anneriscono e non vengono bene. Lasciare riposare per 24 ora, poi si scolano dalla soluzione e si mettono a bagno con acqua pulita cambiandola 3-4 volte al giorno per 5-6 giorni, fin quando l’acqua non è pulita e chiara. Solo dopo questa operazione si possono mettere nei barattoli con la salamoia che va preparata cosi. Ogni litro di acqua si aggiunge 30 gr di sale. Si possono aromatizzare con il finocchietto selvatico aggiungendolo nel barattolo. Mettere le olive nei barattoli e si aggiunge la salamoia, chiudere bene e capovolgere. Fatte in questo modo si possono consumare dopo pochi giorni, dopo averle scolate dal liquido e immerse per qualche ora in acqua fredda per far perdere il sale.

Da molti anni uso questa ricetta che mi ha suggerito Sandra autrice del blog Le padelle fan fracasso.

Pasta al sugo di zucchine

Con la stagione estiva le zucchine sono protagoniste nella mia tavola.Una ricetta semplice e gustosa è il sugo per la pasta con le zucchine
Ingredienti

  • 3/4 zucchine fresche
  • 1/2 kg di pomodorini da sugo
  • 1/2 cipolla
  • basilico
  • olio sale
  • Formato di pasta che più vi piace, io questa volta ho usato i rigatoni.

Per il sugo: tagliare le zucchine a rondelle e la cipolla sottile metterle in una padella capace di contenere anche la pasta e far soffriggere dolcemente, aggiungere i pomodori passati, oppure a chi piace a pezzi, dopo aver tolto la pellicina e i semi.

Far restringere il sugo e intanto cuocere la pasta e gli ultimi minuti continuare la cottura nel sugo, una bella spolverata di parmigiano e servire con qualche fogliolina di basilico spezzettato.

Maltagliati integrali con asparagi selvatici e macinato di manzo

Maltagliati integrali con asparagi selvatici e macinato di manzo

Questa è un piatto di un po di tempo fa, quando di  asparagi selvatici se ne trovavano tanti! La dose per due porzioni:

Ingredienti per il condimento della salsa

  • asparagi 300 gr
  • macinato di manzo 200 gr
  • cipolla 1 media
  • vino bianco 1/2 bicchiere
  • olio di oliva 2 cucchiai
  • Per i maltagliati
  • Farina integrale 200 gr
  • 1 uovo e 1/2 bicchiere di acqua

Sulla tavola mettere la farina, formare una fontana con un buco nel mezzo, unire l’uovo e l’acqua ed iniziare ad impastare per formare un impasto omogeneo. Racchiudere a palla e coprirlo con una ciotola e lasciare riposare. Nel frattempo preparare il condimento, in una padella larga, che possa contenere anche la pasta, mettere la cipolla tagliata finemente i 2 cucchiai di olio e far appassire dolcemente senza farla bruciare. Unire la carne e granarla con una forchetta, far rosolare bene e sfumarla con il vino. In un pentolino mettere dell’acqua e una presa di sale, quando bolle buttarci dentro gli asparagi puliti e tagliati a pezzetti di 4/5 cm di lunghezza. Farli bollire per 3 minuti, scolarli ed aggiungerli alla carne e far amalgamare bene tutto. Riprendere la pasta tirarla a mano come ho fatto io oppure con la macchinetta. Formare un cerchio dello spessore abbastanza sottile, la sfoglia è pronta quando lo spessore è uniforme e se la tiriamo su con la mano siamo in grado di vedere le nostre dita in trasparenza! » Leggi tutto…

Pan d’arancio light

Ciambellone di arancio

Ingredienti

  • 1 arancia biologica da 250 gr
  • Ingredienti
  • 4 uova intere
  • 150 gr di zucchero di canna
  • un pizzico di sale
  • 50 ml di acqua
  • 250 gr di farina di farro
  • 250 gr di farina integrale
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci

Lavare molto bene l’arancia, asciugarla e farla a pezzetti e frullare tutto, buccia compresa. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, unire l’olio, l’acqua, e il sale. Setacciare le farine con il lievito e mescolarle un po alla volta al composto di uova fino a che è tutto amalgamato, unire la purea di arancia. Versare in una tortiera  a forma di ciambella e cuocere in a forno 180° per 35 minuti. Fare sempre la prova stecchino.

Questo dolce è tipico della regione sicilia, molto profumato e soffice. Io ho voluto farne una versione più leggera mettendo meno zucchero,usando l’olio al posto del burro e usando farine integrali. Il gusto e la morbidezza non ne hanno risentito anzi, è buonissima e light!

Mignozzi

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 3/4 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di olio di semi di mais
  • 3 cucchiai di liquore all’anice
  • 1 limone grattugiato 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • vanillina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale fino
  • farina 0 q. b.
  • olio di semi di arachide per friggere
  • zucchero per spolverizzare sopra

In una ciotola riunire tutti gli ingredienti, sbattere con una forchetta e con un cucchiaio cominciare ad aggiungere la farina fino a che non è morbido ma non appiccicoso. Versare tutto sulla spianatoia e impastare fino a che non risulta omogeneo. Far riposare una decina di minuti. Tagliare un pezzo dall’impasto e ricavarne dei cilindri del diametro di due dita e tagliarli a  tanti tocchetti di 3 cm di lunghezza. Quando sono tutti tagliati, mettere un tegame con l’olio di  arachide a scaldare e quando ha raggiunto la giusta temperatura, si inizia a friggere. Io per capire se la temperatura è giusta metto un pezzettino di impasto nell’olio e se fa le bollicine tutto attorno è pronto. 170-175° gradi, ovvero, non troppo alta e violenta che brucia (lasciando, l’interno crudo), ma sicuramente non troppo bassa, caso in cui il vostro fritto diventerebbe (irrimediabilmente) zuppo d’olio, molliccio, pesante, immangiabile. Si passano man mano che si scolano nella carta assorbente e poi nello zucchero.

« Articoli più vecchi